VENEZIA AL VOTO. I 5 STELLE, I GUANTI DI VELLUTO E I PUZZONI.

grillo

Non ci vuole un Premio Nobel ai ballottaggi per capire che gli elettori del M5S potrebbero essere decisivi per la consacrazione di Felice Casson a sindaco di Venezia.
I 15 mila voti conquistati dai pentastellati al primo turno sono l’unico vero serbatoio di riserva a disposizione del senatore PD che peraltro non è chiamato nemmeno a fare i salti mortali per ingraziarsi una fetta largamente maggioritaria di quel consenso. Per lui parlano i fatti, ovvero una condotta parlamentare che a Palazzo Madama lo ha collocato in una sostanziale e solida linea di condivisione con la pattuglia rimasta fedele a Grillo.

Insomma, anche lo sforzo degli elettori 5 Stelle veneziani non dovrebbe essere titanico, malgrado una parte di essi considererà, sempre in linea con la visione propugnata da Grillo a livello nazionale, che dove c’è il PD non può esserci rinnovamento. Si tratterà di capire quanto la dimensione grillina di Casson servirà a far dimenticare a questo elettorato che esistono anche elettori PD che votano Casson e che il rischio di prendere qualche virus micidiale il prossimo 14 giugno, girando per gli stessi seggi, è dunque elevato.

Da parte sua però Marco Travaglio, lanciando un accorato appello a Grillo, ha giurato che non si ammaleranno perché il “voto per Casson non snaturerebbe minimamente l’identità dei 5 Stelle, sia perché il programma di Casson somiglia molto al loro, sia perché nessuno chiede loro di allearsi o di spartire”. Dunque, agli elettori 5 Stelle è stato fornito tutto il nécessaire per un voto a prova di Ebola, con tanto di guanti sterili serviti in guanti di velluto.

In cambio, all’elettore veneziano del PD non resta che incorniciarsi ed incastonare sopra la testiera del letto questo paio di commoventi attestazioni di stima di Beppe Grillo:

Schermata 2015-06-08 alle 17.50.24

Sta bene che gli elettori grillini vengano trattati con il massimo della reverenza. E non vanno rispettati solo perché oggi servono come l’ossigeno alla causa cassoniana: in assoluto l’elettore e le sue scelte (compreso chi non ne vuole proprio sapere di votare) meritano sempre rispetto.

Beppe Grillo e i suoi elettori in guanti sterili non si rimangeranno mai quelle parole nei confronti dei puzzoni del PD. Ma ciò non toglie che accanto a questo appello al voto in guanti di velluto serva anche marcare e difendere una soglia di rispetto nei confronti di quei cittadini che in libertà ed onestà votano PD, che il 14 giugno voteranno per il libero ed onesto Casson e che saranno parimenti decisivi per la vittoria finale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: