29 maggio 1985. Il mio, il nostro Heysel.

Chissà quanti salotti di casa e quanti ragazzi, come noi ragazzi della 1°C, ne rimasero colpiti. So per certo che il mio, il nostro Heysel, fu come una centrifuga della durata di pochissime ore. Vi ci siamo entrati ingenui ed entusiasti e ne siamo usciti segnati, con la pelle e la testa impregnata dei peggiori umori: terrore, bestialità, spietatezza, inganno, morte.

Profughi: perché non li ospiti a casa tua?

A Padova la signora Patrizia ha messo a disposizione la sua casa per ospitare 6 (sei) profughi, cedendo l’appartamento in comodato gratuito ad una onlus. E’ scoppiato il finimondo: sindaco Bitonci scatenato, raccolta firme, fiaccolata di protesta, panico diffuso tra la gente. Quella stessa gente che con aria sprezzante sfida i cosiddetti ‘buonisti’ sfoderando la solita frase…